Privacy Policy
Crea sito

Il ballo dell’estate di Pierdavide: come nasce un tormentone


Translate this post

Traduzione

Il programma Amici ormai ogni anno sforna tanti nuovi talenti; solo per fare qualche nome ricordiamo Alessandra Amoroso, Marco Carta e Valerio Scanu.

A suon di musica gli allievi della scuola di Maria De Filippi si sfidano e a poco poco entrano nei cuori degli italiani di tutte le età.

Ovviamente noi spettatori non siamo stupidi e sappiamo che dietro tanta passione per la musica ci sono anche interessi economici, le case discografiche non fanno mica volontariato!

Così vengono prodotti i cd con le canzoni dei nostri beniamini che arrivano puntualmente alla vetta delle classifiche.

Non c’è niente di male in questo, anzi. Tutto quello che va a favore dell’arte trova il mio pieno appoggio.

Guardiamo per esempio i cantanti di quest’anno, sono tutti veramente talentuosi.

Senza l’appoggio di Maria magari non avremmo mai sentito le splendide voci di Loredana Errore, Matteo Macchioni o Emma Marrone.

Grazie a questo talent-show invece eccoli lì,abbiamo la possibilità di gustarci le loro esibizioni. E ognuno di noi ha il sacrosanto diritto di avere il suo preferito.

Fin qui il programma sembra rispettare una sorta di democrazia di gusti.

Mi spiegate allora perché è scattata una specie di manipolazione delle nostre menti (e orecchie) su Pierdavide Carone?????

Non che lui non sia bravo, attenzione, ma non ne posso più! E’ ovunque!!!

Gli hanno fatto incidere tipo un milione di inediti; poi la sua canzone “Per tutte le volte che”, cantata da Valerio Scanu, ha vinto Sanremo; come se non bastasse Pierdavide ha scritto anche l’immancabile libro di Amici “I sogni fanno rima”; l’ultima è che il nostro stacanovista ha già pensato anche al tormentone da villaggio turistico con la sua canzone “Il ballo dell’estate”.

Bastaaaaa!!!!! Ma c’è solo lui in Italia??

E la cosa peggiore è che per lanciare Pierdavide e la sua ultima canzone stiamo assistendo a degli odiosi favoritismi. Durante la diretta pomeridiana del sabato infatti Pierdavide si è esibito accompagnato dai ballerini di Erzalow (cosa che non è stata mai concessa a nessuno tranne durante il serale) e cosa ben peggiore Maria ha pure invitato il pubblico a seguire la coreografia.

Signore e signori eccovi servita la hit dell’estate!!

Leggi anche questi articoli:

Tags: , , , , , , , ,

One Response to “Il ballo dell’estate di Pierdavide: come nasce un tormentone”

  1. morena Says:

    e’ un articolo skifoso e di parte, PIER non è mai stato il favorito, ke dire allora di MATTEO e LOREDANA? Loro sono i veri favoriti, sempre primi in classifica con i voti truccati, il lirico ke è entrato senza provini, l’altra ke canta da gallina ed è posseduta, forse sniffa anke, se per voi son bravi. Il vero talento è PIER ke sa fare tutto. La sua è solo invidia ed il suo articolo è da cestinare.

Scrivi un commento

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Altri gossip:

MyFreeCopyright.com Registered & Protected